Gaeta - Lavinio Campoverde: intervista a Mr. Antonelli

Lavinio Campoverde
Lavinio Campoverde
- 8883 letture

IamCalcio Latina intervista mr. Gianni Antonelli con un piede già sul pullman, direzione Stadio Riciniello di Gaeta.

Alle 15:30 calcio d'inizio del match tra Gaeta e Lavinio Campoverde valevole per i trentaduesimi di finale di Coppa Italia Promozione, di fronte due squadre che giocano un ottimo calcio.

Mister complimenti per l'ottimo inizio di stagione, una matricola che impone il suo gioco. Cosa pensa del vostro inizio di stagione?

"Lo scorso anno abbiamo disputato un buonissimo campionato di Prima Categoria, buona parte di quel blocco lo abbiamo consolidato. Quest'anno sono stati fatti degli innesti mirati, calciatori sia giovani che più esperti di buona qualità. E poi c'è il lavoro, ci siamo amalgamati in fretta e stiamo riuscendo a far bene". 

Fra qualche ora scenderete in campo con diverse "seconde linee", almeno cinque assenze importanti per il Lavinio...

"Il nostro organico è formato da ventisette calciatori, oggi per problemi lavorativi in sette rimarranno a casa, però ci sono gli altri e siamo sereni, tutta la rosa lavora bene, i ragazzi sono sempre sul pezzo. Il nostro obiettivo sarà quello di giocarci la partita, il "fattore campo" inciderà sui risultati finali".

"Fattore campo"...ottimo spunto per la prossima domanda. Il Gaeta dal punto di vista del "campo" vive un momento di buona forma, sembra non trovare pace invece l'ambiente intorno alla squadra. Dapprima l'inchiesta "dribbling" che seppur risolta in brevissimo tempo ha comunque leso la serenità di dirigenza, tifosi e spogliatoio, ora l'improvviso esonero di mr. Cappuccilli...

"Su questo mi trovi spiazzato, non ho idea di cosa possa essere successo. Ho appreso in mattinata tramite il web che si tratta di esonero e non dimissioni. (http://latina.iamcalcio.it/article/110768/gaeta-calcio-belalba-ai-nostri-microfoni.html)

Come affronterete l'impegno di oggi? Questa situazione di confusione può spiazzare anche voi?

"Sinceramente conosco poco del Gaeta Calcio a causa di distanze e problemi logistici, siamo in due gironi diversi quindi ho poche informazioni. Sono al corrente del fatto che abbiano in rosa tanti calciatori stranieri, sono fisicamente in ottima forma ma non avendo la possibilità di vederli in azione non so cosa aspettarmi dal punto di vista tattico.

L'esonero del mister a noi cambia ben poco, per loro invece potrebbe essere un piccolo "trauma psicologico" questa situazione. Inizieremo la partita studiando l'avversario, con il passare dei minuti riusciremo a carpire più informazioni che potranno essere utili in vista della partita di ritorno". 

Christian Perrino