Mario Ruberto: tra un gol e l'altro allena per Raiola

Mario Ruberto
Mario Ruberto
- 9947 letture

Dopo due giornate di campionato guida la classifica marcatori del gir. M di Seconda Categoria. Sette reti all'attivo e trascinatore dell'Esperia Calcio di mister Quintigliano che ha ritrovato dopo le stagioni trascorse insieme al Suio Castelforte: "Il rapporto che mi lega al mister è profondo, basato sul rispetto reciproco e la fiducia che abbiamo l'uno dell'altro - dice ai microfoni di Iam Calcio Mario Ruberto. Gli anni al Suio Castelforte sono stati emozionanti, mister Quintigliano puntò su di me e grazie ad un gruppo eccezionale riuscimmo a toglierci non poche soddisfazioni. La vittoria del campionato e il premio di capocannoniere sono stati frutto di un ottimo lavoro di tutto il collettivo, dirigenza compresa". 

Il presente dice Esperia Calcio, qualche categoria più giù: "Non bado a quello, anche quando iniziai a Suio scendevo dall'Eccellenza. Siamo un'ottima squadra e lavorando bene e con costanza possiamo puntare al salto di categoria in breve tempo. Non siamo da soli però, il Minturno è una squadra con individualità importanti come Pagliuca, Masino e Montano".

Una grande passione per il calcio che occupa tutte le giornate del calciatore di Cellole, impegnato in un ambizioso progetto: "Mi occupo di settore giovanile a Cellole, l'F.C. Cellole Calcio in collaborazione con il gruppo ViesseSport di Stefano Cirillo e Vincenzo Raiola manda avanti un discorso di calcio giovanile e scouting che offre visibilità ai giovani talenti della nostra società. Durante un torneo nel quale giocava una squadra della ViesseSport qui a Cellole rimasero colpiti dalla nostra organizzazione, abbiamo oltre cento bambini che vengono direttamente visionati dagli osservatori del gruppo e poi proposti ai club, una sorta di vivaio personale".

Christian Perrino